H O M E P A G E

Comunione e televisione

C'è una cosa che unisce l'America e l'Italia: la televisione. In entrambi i casi, il panorama è deprimente. I film sono ormai quasi esclusivo appannaggio dei canali a pagamento. Dunque, restano dei telefilm spesso insipidi o gli uni uguali agli altri, delle sottospecie di telenovelas o soap opera, se preferite, sulla cui qualità è inutile dilungarsi, e una serie infinita di reality show, che qui chiamano Real TV. C'è una differenza, però: qui, niente tette e niente culi. Se in Italia, una delle varie ninfette che svernano sulla pruriginosa "Isola dei Famosi" non mettesse in mostra il meglio di quello che i migliori chirurghi plastici hanno saputo fare, l'indice di gradimento precipiterebbe. Qui, invece, niente sproloqui e niente esibizioni di carnaccia al vento. Niente provocazioni e turbamenti, insomma. Un'altra differenza è rappresentata dai programmi musicali o dai reality show che hanno al centro la musica. I cantanti qui cantano sul serio, per quanto scadenti siano a volte le loro proposte musicali e i programmi a cui partecipano. Non c'è spazio per le patetiche performance vocali di sedicenti ex-cantanti. Qui in musica si fa sempre sul serio. Chi canta si è comunque fatto le ossa in anni su anni di serate in bettole e localini di ordine più o meno infimo. Non c'è spazio per chi fa finta. Noi abbiamo Albano e loro Barry Manilow. E la differenza si sente. Eccome se si sente. Nonostante tutto. Ancora una volta, America batte Italia 5 a 0, in musica. Il Milan, invece. Ha appena sconfitto i padroni di casa di Chicago per 3 a 1 e la cosa non mi rallegra particolarmente, visto che sono juventino. Ma immagino che la partita l'abbia vista più gente in Italia che negli USA dove, nonostante tutti gli sforzi fatti, il calcio è ancora ben lontano dalla popolarità del basket, del football e del baseball. Però, sembra che stia facendo dei progressi e che sempre più gente lo pratichi a livello non agonistico. Forse, il giorno in cui il calcio in America sarà più popolare dell'NBA, alla televisione americana ci saranno Ciccio Graziani e le veline e, ovviamente, saranno poco vestite. O forse no.

U.S.A. & GETTA di Seba Pezzani

  Depressione canina e festa della birra (Cerbero e Cervogia)
  In lavanderia


V i a g g i | K u r d i s t a n | F o t o I t a l i a | P r o v e r b i | R a c c o n t i
C i n e m a & v i a g g i | L i n k s | F i d e n z a & S a l s o | P o e s i e v i a g g i a n t i
B a n c o n o t e | M u r a l e s & G r a f f i t i | L i b r i O n l i n e | P r e s e n t a z i o n e
H O M E P A G E

English HomePage

scrivi


Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons
1998 - 2018 Marco Cavallini


ultimo aggiornamento 26/10/2017