H O M E P A G E

Carpentiere e fotografo

Bryce Canyon National Park so celebre da moltissimi film western. È piuttosto caratteristico, essendo molto più piccolo del Grand Canyon e vantando una serie infinita di pinnacoli rossi, creati sapientemente da secoli di erosione. Si possono effettuare diverse escursioni a piedi su sentieri che costeggiano il precipizio o che si insinuano tra le guglie di questa cattedrale gotica che la natura ha scolpito in una zona boschiva dello Utah. Si chiama Bryce perché gli diede il nome la famiglia Bryce, una famiglia di mormoni che si stabilì nella valle erigendovi quella che resta la più antica chiesa mormona d'America. Non dimentichiamoci che questo è lo Utah, lo stato dei Mormoni. Strana gente questi Mormoni. Gente a cui piace divertirsi. Mi sto soprattutto riferendo agli uomini, visto che è a loro concessa la poligamia. Ma guai parlargli di alcol, gioco d'azzardo e lussuria. Molti dei luoghi comuni che immancabilmente si accompagnano a tutto ciò di cui non sappiamo granché sono destinati a venir spazzati via dalla conoscenza. Anche nel caso dei Mormoni, questo viaggio servirà a far piazza pulita di molti preconcetti.
Un'aquila è ferma immobile sul ciglio della strada. Ci fermiamo e scattiamo diverse foto ma questo splendido animale continua a non muoversi al punto che ci domandiamo se non sia per caso imbalsamato oppure malato. Forse sta semplicemente aspettando qualcuno che le dia un passaggio. Noi non glielo offriamo e così l'aquila resta dov'era.
L'altro incontro interessante che facciamo è con un bravissimo fotografo della California che ci mostra con orgoglio alcuni mirabili scatti notturni effettuati in alcuni dei parchi nazionali della zona. Ci spiega che ha dovuto lasciare l'obiettivo aperto per diversi minuti, a volte addirittura ore, per ottenere il risultato che è davanti ai nostri occhi e ci fornisce una generosa dose di dettagli tecnici a cui io replico facendo ripetutamente di sì con la testa, senza peraltro capirci niente. La cosa sorprendente è che questo fotografo in realtà è un falegname che solo un anno prima, appunto, faceva ancora il falegname. Solo che si è iscritto a un corso di fotografia, tanto per mettersi alla prova. Da quel momento in poi, ha inanellato una serie sorprendente di riconoscimenti tanto che oggi sta per cambiare mestiere. L'America non è forse il paese delle mille opportunità?

U.S.A. & GETTA di Seba Pezzani

  Las Vegas
  Sogni di rock'n'roll e deserto


V i a g g i | K u r d i s t a n | F o t o I t a l i a | P r o v e r b i | R a c c o n t i
C i n e m a & v i a g g i | L i n k s | F i d e n z a & S a l s o | P o e s i e v i a g g i a n t i
B a n c o n o t e | M u r a l e s & G r a f f i t i | L i b r i O n l i n e | P r e s e n t a z i o n e
H O M E P A G E

English HomePage

scrivi


Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons
1998 - 2018 Marco Cavallini


ultimo aggiornamento 28/10/2017